Salta al contenuto
Rss





Italiano

Percorso Verde

immagine ingrandita Percorso Verde (apre in nuova finestra) Partendo dalla piazza S.Martino (alt.300 mt) imbocchiamo via Carale passando sotto un portico in sasso, dove sulla destra si trova la prima delle numerose fontanelle d'acqua fresca che si incontrano lungo il percorso.
Dopo aver camminato su mulattiera, ed attraversato la strada asfaltata, incontriamo il sentiero che costeggia il Rio Fasciol e attraverso un ponticello in sasso arriviamo all'oratorio di S.Elisabetta (mt 380). Continuiamo la salita tra vigneti molto belli e ben curati e secolari castagni. Giungiamo così prima in frazione Merro, con i suoi caseggiati in sasso, poi in Frazione Quartavolo dove nella piazzetta troviamo un lavatoio e una fontana in sasso.
Proseguendo si giunge all'oratorio di S.Antonio (mt 480). Si continua fino ad incontrare un bel tratto pianeggiante che conduce a Case Bevilacqua, purtroppo abbandonate. Questo tratto permette di ammirare sotto di noi un suggestivo scorcio di panorama su Masera e su Trontano.
Più avanti, attraversato un ridente ruscello, troviamo Case Ariola, dove regna un silenzio assoluto.
Su un edificio è affrescata un'immagine della Madonna di Re. Proseguiamo e ci troviamo in un tranquillissimo bosco di secolari castagni. Quindi in un'atmosfera di pace irreale attraversiamo Loraccio. Attraverso un ponticello di fortuna in legno sul Rio Fasciol giungiamo alla strada asfaltata e continuiamo fino ad arrivare a Ranco Sopra. Continuando a camminare sul sentiero per 20 min. circa si arriva a Case Filippini. Poco dopo appare il laghetto di Avonso (mt 640).
Costeggiando il laghetto su strada asfaltata, dove si trova una fontana scavata in un tronco con acqua di sorgente, ecco la cappelletta di S.Antonio (mt 707) che si erge su una roccia.
Questo è il punto più alto del percorso. Ci immettiamo nel sentiero che scende e si snoda tra boschi silenziosi e baite in sasso per arrivare a Pozzone e quindi all'Oratorio della Madonna delle Grazie (mt 460), con una piccola zona adibita per una piacevole sosta.
Raggiungiamo poi Fr.Rogna e Fr. Cresta(mt 380), dove tra le case spicca l'oratorio di S.Bernardo. Da qui iniziamo a scendere per la mulattiera tra i vigneti e raggiungiamo Menogno Sotto, con il suo forno in sasso del 1890 e la suggestiva piazzetta.
Riprendiamo la mulattiera per arrivare a Menogno Sopra. Salendo passiamo sotto al "Casone" con la sua chiesetta di S.Carlo ed arriviamo alla Fr. Rivoria (mt 400). Costeggiando Villa Cioia imbocchiamo il viale che conduce a Villa Caselli, e scendendo raggiungiamo il Municipio.
Camminando per 200 mt circa raggiungiamo frazione Casa del Secco. Attraversandola ci immettiamo in un vicolo e raggiungiamo una bella cappelletta davanti al vecchio teatro, dove a pochi metri il campanile della chiesa di S. Martino indica il punto d'arrivo.


English

Green Route

immagine ingrandita Green Route (apre in nuova finestra) Start from Piazza S. Martino (300 mt a.s.l.) and go into Via Carale through a stone archway; on the right is the first of many drinking water fountains you will see along the route. Walk along the mule-track and cross the surfaced road to take the path along Rio (stream) Fasciol; a little stone bridge leads to the Oratory of Sant'Elisabetta (380 mt a.s.l.).
The path continues uphill through beautiful, well-kept vineyards and ancient chestnut groves.
The first village you come to is Merro, with its old stone houses, and after that Quartavolo, where there is a traditional wash-house and a stone fountain in the square.
Continue along the track to the oratory of Sant'Antonio (480 mt a.s.l.); the path then levels out amid beautiful scenery as far as Case Bevilacqua, now sadly a deserted village. This part of the route affords a lovely view down over Masera and Trontano. Farther on, the path crosses a stream to arrive in Case Ariola, where silence reigns. Look out for a fresco of the Madonna of Re (recognisable from the wound on the Virgin's forehead) on one of the houses.
The next part of the route takes you through a quiet wood of ancient chestnuts to reach the equally silent village of Loraccio. After this cross a wooden bridge over the Rio Fasciol and you will be on the surfaced road. Go on as far as Ranco Sopra.
A twenty-minute walk will take you from here to Case Filippini. Shortly after the hamlet you will come to the tarn of Avonso (640 mt a.s.l.). Go along the lakeside on the surfaced road (look out for a fountain of spring water carved out of a log) and you will come to the wayside shrine of Sant'Antonio (707 mt a.s.l.), built on a rock. This is the highest point of the route.
From here take the path downhill that winds past silent woods and baitas (the stone-built huts characteristic of the mountains in this area) to Pozzone and then to the oratory of the Madonna delle Grazie (460 mt a.s.l.), where there is a small picnic area. Next you will come to the hamlets of Rogna and Cresta (380 mt a.s.l.), where the oratory of San Bernardo stands out among the houses.
Here the mule-track begins to go down through vineyards to Menogno Sotto, where there is a stone-built communal oven dated 1890 and a pretty little square. Go back up the mule-track to get to Menogno Sopra. On the way up you will pass the "Casone" ("big house") above you, with its little church of San Carlo, to arrive at the hamlet of Rivoria (400 mt a.s.l.). Pass Villa Cioia and take the avenue leading to Villa Caselli; from here the route goes down to the Town Hall.
A walk of about 200 metres takes you to the hamlet of Casa del Secco. To go through the hamlet, find the lane leading to a fine wayside shrine in front of the old theatre, just a few metres from the bell tower of the church of S. Martino, which is where your walk ends.

Clicca sull'anteprima per visualizzare le immagini ingrandite




Inizio Pagina Comune di MASERA (VB) - Sito Ufficiale
Piazza XXV Aprile n.1 - 28855 MASERA (VB) - Italy
Tel. (+39)0324.35252 - Fax (+39)0324.35993
Codice Fiscale: 00421650037 - Partita IVA: 00421650037
EMail: municipio@comune.masera.vb.it
Posta Elettronica Certificata: municipio@pec.comune.masera.vb.it
Web: http://www.comune.masera.vb.it


|